IT | DE

Un salto nel passato

Levico Terme, nell’incantevole Valsugana, è il punto di partenza ideale per raggiungere castelli e forti della zona. Un’occasione accattivante per chi adora immergersi nell’atmosfera suggestiva di questi luoghi ricchi di un passato tutto da scoprire. Vi proponiamo una selezione di castelli e forti intorno a Levico Terme.

Castello di Pergine

Situato sul Colle del Tegazzo da cui domina l'intera vallata, il Castello è uno dei simboli della Valsugana. Le prime notizie certe risalgono al IX secolo, al tempo dei Carolingi. Il castello, racchiuso da una doppia cinta muraria, rivela interventi di stili di epoche diverse. Trasformato nel XIII secolo in una vera e propria fortezza medievale, appartenne per lungo tempo ai duchi d'Austria. Nel 1531 passò nelle mani del Principe Vescovo Bernardo Clesio. Il complesso si compone degli appartamenti di difesa medievali (il mastio e le torri) e i rinascimentali edifici residenziali. Vi consigliamo di vedere la Prigione della Goccia e la Cappella di S. Andrea. Il castello, aperto da aprile a novembre, è di proprietà privata ed è sede di prestigiose mostre di arte contemporanea e di eventi culturali e musicali. Ogni giovedì, da giugno a settembre, nell'ambito di "Settegiorni nel verde" il castello è visitabile con guida.

Castel Ivano
Castel Ivano

Era il luogo dove fin dal XIII secolo si amministrava la giustizia. Nel 1462 i Conti Trapp subentrarono ai Caldonazzo nella giurisdizione del luogo e ne fecero la loro residenza. Nel XVI secolo, apportarono modifiche all'edificio che si compone di nucleo centrale, abitazione dei signori, sede amministrativa, grande decimaio e fienile, oggi adibito a galoppatoio coperto. Apprezzabile ancora oggi per la sua maestosità e bellezza, Castel Ivano domina la Valsugana dall’alto del paese di Ivano Fracena ed è circondato da un ampio parco che vanta oltre 400 specie di fiori e ospita un’oasi faunistica.

La magnifica “Corte Trapp“, la corte di Caldonazzo

Conosciuta come Castel Trapp, la “Corte Trapp” fu già citata in documenti dell’XI secolo. Inizialmente fu residenza dei Signori da Caldonazzo e, dopo un periodo caratterizzato da vari passaggi di proprietà, nel 1461 fu acquistata dalla famiglia dei Conti Trapp. L'originaria struttura era circondata da una muraglia e custodiva una torre al centro. La facciata vanta gli stemmi affrescati dei Trapp, dei Conti del Tirolo e dei Duchi d´Austria. Al Maestro di Sluderno, l´estroso artista dell´omonimo castello in Val Venosta, si attribuiscono i cicli allegorici che ornavano alcune stanze, di cui rimane solo il particolare di una pittura murale a olio che rappresenta un torneo di antichi cavalieri, riferibile alla Camera picta. La cinta muraria, a merlatura ghibellina, è del XIX secolo.

La “Corte Trapp” ospita iniziative e manifestazioni tra le quali spiccano il Mercatino dei Rigattieri Tirolesi in aprile, la Rassegna di Canti Spirituals in luglio e Il Mercatino di Natale in dicembre.

Forte San Biagio - Colle delle Benne

Il Forte Colle delle Benne (o San Biagio) è un'opera in casamatta in porfido e granito e rappresenta un esempio tipico delle tecniche di difesa del periodo (1884-1890). Nella seconda metà dell'Ottocento, infatti, in seguito al cambiamento delle strategie belliche e all'introduzione di nuovi materiali di armamento, s’imposero nuove tipologie di costruzione destinate a ruoli difensivi.

visita la nostra pagina
visita la nostra pagina
visita la nostra pagina
vedi i nostri video
vedi le nostre foto
Webcam
Riconoscimenti
TrustYou
Richiesta Express
indietro top
Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità orientata alle tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento tranne che al link sopra indicato, acconsenti automaticamente all’uso dei cookie.
ok